AREZZO & CORTONA

 

 

 

La zona di Arezzo è una tranquilla area di confine tra la Toscana e l’Umbria, caratterizzata da piccoli centri di impronta medievale, che hanno conservato intatta la loro qualità architettonica. Arezzo ha origini antichissime ed è proprio dalla scoperta delle sue bellezze che si comincia, scendendo dalla Fortezza medicea giù per le strade del centro storico, passando per piazza Grande fino ad arrivare alla zona archeologica, sull’area delle antiche mura. La bellissima Arezzo è il ricco polo di attrazione delle attività locali, con le sue rinomate oreficerie e il mercato ormai storico dell’antiquariato e del modernariato. La fiera dell’antiquariato fu ideata dall’antiquario Ivan Bruschi, la cui casa-museo merita una visita,è la più celebre manifestazione italiana del suo genere,capace di accogliere oltre 500 espositori da tutta la penisola.Si svolge all’aperto, la prima domenica del mese il sabato precedente, in piazza Grande e nelle strade vicine. Sulle bancarelle è possibile trovare oggetti preziosi o semplici ricordi, capaci di tratteggiare la storia, la cultura e le tradizioni del paese.Piazza Grande è anche il teatro della nota Giostra del Saracino, si tratta di un’antichissima tradizione risalente al Medioevo, ripristinata soltanto dal 1930 che si svolge il penultimo sabato di giugno e la prima domenica di settembre.
Cortona centro etrusco di primaria importanza, conserva parte delle mura dell’epoca, la sua atmosfera è antica. Piazza della Repubblica è uno dei “due cuori” della città insieme a piazza Signorelli, nella prima si trova il Palazzo comunale e la seconda è impreziosita da Palazzo Casali ed è sede del Museo dell’Accademia etrusca. Da ricordare anche il Museo diocesano, il Palazzo Fierli-Petrella e la chiesa di S. Francesco.

PRATO & CARMIGNANO

 

 

 

 

 

La città sorge al centro della pianura tra Pistoia e Firenze sul fiume Bisenzio ai piedi dei monti della Calvana, adesso è un centro moderno e famoso per la produzione dei tessuti. All’interno delle sue mura trecentesche possiamo ammirare antichi insediamenti medievali come il castello dell’imperatore simbolo della città, la Cattedrale di S. Stefano con il famoso pulpito di Donatello, si possono inoltre ammirare opere d’arte contemporanea che rendono la città ricca di spunti interessanti.Da vedere il Museo del tessuto e le numerose mostre proposte dal famoso centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci. Per gli amanti del golf la città offre un green a 18 buche molto prestigioso.
Acquisti: Durante la visita del centro storico si consiglia una sosta per un buon caffè accompagnato da dolci eccellenti al caffè Chocolat o per l’acquisto dei famosi “cantucci di Prato” nel biscottificio Mattei dal 1858, a La Fattoressa formaggi e salumi di qualità tra cui la celebre mortadella di Prato fatta col vino.
Nei dintorni di Prato immersi nel verde di vigneti e ulivi si possono visitare Carmignano, Comeana e tutto il comprensorio del Montalbano. Le origini di Carmignano sono etrusche, ci sono ancora riferimenti visibili, belle le ville rinascimentali e la Rocca medievale. Il vino di Carmignano apprezzato e conosciuto anche all’estero dovrebbe divenire ambasciatore di tutte le altre bellezze del territorio. Il turista che giungerà sul Montalbano potrà così andare alla ricerca del buon vino, visitare il Museo del Vino e del Territorio, godersi la buona cucina ed al tempo stesso assaporare e gustarsi la bellezza e la tranquillità di questo angolo toscano a due passi dalle più importanti città d’arte della nostra regione.

PISTOIA & VINCI

  Città fondata dagli Etruschi e Colonia dei Romani, anche se oggi ne rimangono poche tracce, si possono ammirare le mura trecentesche che circondano la città, all’interno si trovano prestigiosi palazzi e monumenti rinascimentali di un’epoca ricca e vivace.
Oggi Pistoia è una piccola città molto curata, è ancora viva la cultura di passeggiare a piedi in centro e di fermarsi per un caffè all’aperto nella bella stagione.
Vinci è la città natale di Leonardo da Vinci che ospita il museo a lui dedicato.

VIAREGGIO & PIETRASANTA

 

 

 

 

 

 Una trentina di chilometri colorati di ombrelloni, stabilimenti balneari e allegria sono gli elementi costitutivi del litorale versiliano, il suo centroprincipale è indubbiamente Viareggio. Della parte più antica rimane testimonianza attorno al canale Burlamacco, nella darsena vecchia, dominata dalla Torre Matilde, ma è sicuramente la vivace passeggiata la parte più affascinante della città. Nei ritrovi e nei caffè di inizio secolo si incontravano intellettuali e artisti come d’Annunzio,Pirandello,Mascagni e naturalmente Puccini: lo chalet Martini, il Gran Caffè Margherita, il Cinema Teatro Eden e la Galleria del Libro sono stati testimoni dei momenti di relax della borghesia di inizio secolo. La passeggiata si conclude nell’abitato di Torre del Lago Puccini, intitolata alla memoria del compositore che qui trascorse lunghi periodi e compose gran parte delle sue opere.In suo onore ogni estate un importante festival opertistico attrae concertisti e cantanti di fama internazionale. Affacciata sul lago si trova la Casa-museo Villa Puccini, conservata fedelmente, nella cui cappella è sepolto il compositore .Verso nord si trova Forte dei Marmi celebre località vip , negozi chic delle principali griffe e locali esclusivi e riservati il tutto all’insegna del glamour sia di giorno che di notte.
Distinta dal chiassoso e vivace territorio costiero, l’area più interna della Versilia è fatta di piccole realtà dalla marcata personalità artistica. Pietrasanta deve la sua fama agli artisti che per la vicinanza con le cave di marmo, da Michelangelo a Mitoraj, passando per Botero, sono tanti gli scultori che hanno scelto la “piccola Atene”, come laboratorio per le loro opere. Il Duomo di San Martino colpisce lo sguardo, con la sua bella facciata di marmo bianco in contrasto con il campanile di mattoni rossi entrambi elevati su una scalinata. Piacevole è il suo centro storico, chiuso completamente al traffico , che spesso ospita artisti di strada che ravvivano l’atmosfera.

LUCCA & BAGNI DI LUCCA

 

 

 

 

Le mura Cinque-Seicentesche della città, perfettamente conservate, ne costituiscono la nota più caratteristica. Entrando da porta San Pietro, la porta più antica della città, si raggiungono rapidamente le piazze di S. Martino, Antelminelli e S. Giovanni, articolate attorno alle costruzioni della Chiesa di S. Reparata e S. Giovanni e del Duomo con l’annesso Museo. Pochi passi separano il nucleo religioso da piazza Napoleone, detta piazza Grande, dominata dalla monumentale facciata del Palazzo Ducale. Da visitare obbligatoriamente il Duomo di San Martino, la Chiesa di San Michele in Foro, le Case dei Giunigi e la Piazza dell’Anfiteatro. Ci sono poi dei musei nazionali della città. Grazioso e caratteristico il mercato dell’antiquariato che permette di acquistare a buon prezzo piccoli articoli di gusto toscano.
Acquisti: a La Cacioteca formaggi e salumi di qualità, da non perdere il Buccellato tipico dolce lucchese.
La Toscana è una terra particolarmente ricca di stabilimenti termali, una trentina circa. In provincia di Lucca, tra boschi e ruscelli, le terme dei Bagni di Lucca curano mente e corpo in un centro specializzato in medicina olistica.

PISA & VOLTERRA

 

 

 

Città d’arte e di cultura, Pisa fu una delle potenti città marinare e questo è testimoniato dalle numerose chiese e basiliche presenti nel centro storico, realizzate quasi tutte nello stile romanico.
Giustamente famosa per la sua piazza dei Miracoli, Pisa ha in realtà molte altre strutture dislocate nei suoi quartieri.
La piazza dei Miracoli ospita il Duomo, bello esternamente e meraviglioso internamente, la Torre Pendente, il Battistero e infine il Camposanto monumentale, che oggi rappresenta uno dei principali musei pisani.
Passeggiando per i quartieri di S. Maria, S. Francesco, S. Martino e S. Antonio e naturale imbatte in chiese e palazzi affascinanti e ricchi di storia.
Il mese di giugno la città festeggia il patrono san Ranieri , il giorno 16 Pisa si accende di migliaia di fiammelle , è la Luminaria, scenografico avvenimento che profila di luci gli edifici della città. Il giorno seguente i quattro quartieri cittadini si affrontano in una regata storica che si conclude con l’arrembaggio di un barcone e la presa del palio in cima a un pennone di dieci metri. Sempre in questo periodo si svolgono manifestazioni che rievocano antiche vicende.
Volterra, città magica e misteriosa, affonda le sue radici in tremila anni di storia. Del periodo etrusco rimangono la cinta muraria , l’imponente Porta all’Arco, la necropoli dei Marmini e i numerosi reperti archeologici conservati nel Museo Etrusco Guarnacci. Il Teatro di Vallebona, è testimone dell’importanza che Volterra ebbe in età romana. Ma è dal medioevo che che deriva la struttura della città che ritroviamo, non solo nella cinta muraria, quella più interna, ma anche nel tracciato urbano, con le sue strette viuzze, i suoi palazzi, le case-torri, le chiese.
La civiltà rinascimentale interessa Volterra in maniera notevole, ma senza alterarne l’atmosfera medievale. Di questo periodo sono i superbi palazzi Minucci Solaini, Incontri-Viti, Inghirami, l’imponente Fortezza Medicea e il complesso conventuale di San Girolamo.
Volterra è anche città di musei. Oltre al Museo Etrusco troviamo la Pinacoteca Civica, e il Museo dell’Opera del Duomo. Un altro punto di notevole interesse è rappresentato dall’artigianato dell’alabastro e visitando e curiosando nelle botteghe artigiane in giro per la città si avrà modo di respirare un po’ di quella magica atmosfera che circonda Volterra. Ma non c’è solo storia ed arte. Il territorio circostante è ricco di bellezze naturali e paesaggistiche che offrono al visitatore occasioni per escursioni organizzate a piedi, a cavallo, in bicicletta, lungo chilometri di percorsi segnalati alla scoperta di luoghi unici e caratteristici.
Volterra è anche famosa per le sue specialità gastronomiche della tradizione toscana e per la sua calda ospitalità. Durante il periodo estivo inoltre manifestazioni culturali come Volterra Teatro, concerti di musica classica e moderna, mostre d’arte e manifestazioni folcloristiche permettono agli ospiti di avere una vacanza ricca non solo di relax e tranquillità, ma anche di stimolanti momenti di incontro culturale.

SIENA & PIENZA

 

 

 

Siena è una delle città toscane più apprezzate dai turisti e non solo,il suo territorio è un ampio ombrello che va dalle regioni del Chianti e della Val d’Elsa, alle suggestive sfumature delle Crete fino alla Val d’Orcia, è uno dei luoghi più ricchi di emergenze storiche e artistiche e di produzioni artigianali di qualità, sia gastronomiche che non.
I caldi colori delle costruzioni, arroccate attorno alla torre del Palazzo Pubblico e al campanile del Duomo, anticipano l’armonia architettonica di uno dei borghi più antichi e integri d’Europa. Il piccolo centro, agevolmente percorribile a piedi, è un intreccio di affascinante di vicoli , edifici prestigiosi che spiccano nella maglia antica delle costruzioni medievali, e incantevoli piazze.
Fulcro della città è piazza del Campo, un capolavoro di urbanistica medievale. Il solenne Palazzo Pubblico domina su tutte le altre belle costruzioni, la facciata è concava per seguire l’andamento a emiciclo della piazza. Incastonata sulla sinistra del palazzo, si slancia la leggiadra Torre del Mangia, e ai piedi della torre si trova la marmorea Cappella di piazza. Altre costruzioni degne di nota sono il Palazzo Sansedoni, la Loggia della Mercanzia, Palazzo Chigi-Saracini, Palazzo Piccolomini che ora è sede del Centro Arte Contemporanea e la cattedrale dell’Assunta.
La manifestazione del Palio merita due parole visto il lavoro e la passione che i senesi impiegano per realizzarla. Preceduto da un magnifico corteggio storico, l’avvenimento è un’occasione molto sentita dai senesi, che ambiscono a conquistare il prezioso palio non per il suo valore intrinseco, ma soprattutto per l’irriducibile orgoglio rionale che da sempre anima la città.
Il nostro consiglio è quello di rilassarsi e di concedersi qualche peccato di gola e in questa città lo si può fare nella prestigiosa pasticceria Nannini che da sempre prepara cenci, panforte, ricciarelli ed altre specialità senesi secondo le ricette tradizionali.
Pienza è una piccola città del senese, è un esempio raro di urbanistica rinascimentale portata a compimento. E’ stata definita la città ideale fin dall’antichità. Pienza ha attualmente due musei ed un terzo sta per nascere. La sua collocazione al centro della Val d’Orcia la rende interessante dal punto di vista paesaggistico, oggi Pienza fa parte di un sistema territoriale chiamato “ Parco Artistico, Naturale e Culturale della Val d’Orcia”.
La piazza principale sulla quale si affacciano i maggiori edifici si chiama piazza Pio 2′, degni di nota sono il Palazzo Pubblico, la cattedrale, il Palazzo Vescovile, il Palazzo comunale e Palazzo Piccolomini.
Non solo storia architettonica: alcune botteghe traboccanodi prodotti tipici, dal famoso pecorino di Pienza ai salumi, agli oli di oliva, e ai vini della zona.

Durante le visite guidate è possibile visitare aziende specifiche in grado di offrire anche degustazioni di vini e percorsi enogastronomici, lezioni di cucina e di vino. Ovviamente queste richieste devono essere espresse con anticipo e il costo è supplementare a quello del tour.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI, PREZZI E DISPONIBILITA’ RESTIAMO A VOSTRA DISPOSIZIONE
ATTRAVERSO I RECAPITI RIPORTATI NELL’APPOSITA AREA DEL SITO.